Partecipazione

PARTECI-POLIS

Un progetto che accompagna POLIS fin dalla prima edizione per permettere agli spettatori di condividere le proprie riflessioni sul festival in forma anonima. Quest’anno in una nuova veste online. Lascia la tua riflessione, compilando il form online: https://polisteatrofestival.org/parteci-polis/

VISIONARI

Dal 2020 POLIS Teatro Festival è parte della rete L’italia dei Visionari di Kilowatt Festival: un progetto che riunisce molteplici partner in tutta Italia per coinvolgere i cittadini nella scelta di alcuni spettacoli della scena contemporanea emergente per le proprie programmazioni.
Nel 2021 Cantieri Danza si unisce al progetto Visionari di Ravenna, favorendo la creazione di un unico gruppo di quasi 50 spettatori. Nel 2022, la collaborazione continua: il nuovo gruppo di Visionari si incontra tra dicembre 2021 e marzo 2022 per scegliere 2 spettacoli di teatro per POLIS 2022 e 1 spettacolo di danza per Ammutinamenti Festival.

CALL Visionari di Ravenna 2022
BANDO L’Italia dei Visionari 2022 per artisti e compagnie

BIGLIETTI SOSPESI

Da sempre POLIS combatte l’emarginazione sociale e l’idea di cultura come privilegio ed espressione di una sola classe sociale. Per questo organizza dal 2019 in collaborazione con la cooperativa sociale Villaggio Globale il progetto Biglietti sospesi, che ogni anno porta a teatro spettatori che non vi avevano mai messo piede per motivi economici e/o sociali. Ogni anno il festival garantisce un minimo di 50 biglietti, che vengono distribuiti alle persone che ne hanno più bisogno grazie alla collaborazione con gli operatori sociali della provincia di Ravenna.

BIGLIETTI UNDER30

Dopo il successo del 2021, POLIS riconferma il progetto offrendo agli Under30 l’ingresso al prezzo simbolico di € 3 a tutti gli spettacoli in programma.

LABORATORIO BEYOND BOUNDARIES

Tra marzo e maggio 2022, ErosAntEros conduce un laboratorio ideato per incentivare la sensibilizzazione sui temi urgenti della contemporaneità attraverso l’incontro con i linguaggi teatrali contemporanei, realizzato in collaborazione con la Fondazione Flaminia e dedicato agli studenti della Laurea Magistrale in International Cooperation on Human Rights and Intercultural Heritage (I-Contact) del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna (sede di Ravenna). L’esito del laboratorio, in forma di video, è stato pubblicato online.